30 giugno 2024

Noi nel Mistero pasquale: album "2033 E volgeranno lo sguardo"!

CK6eFpcxzFrtGaRYhGsxlsfIejmNfnzwSYLR4CIw

Quello che si presenta il 30 giugno 2024 è un disco molto importante, che corona mesi intensi e indimenticabili di lavoro trascorsi tra Marola, nella casa dell'amico Stefano Giuranno, compositore delle tredici canzoni di cui ho scritto i testi, e Reggio Emilia, nello studio di registrazione, mix e mastering Blue Beet di Alberto Paderni e Lucio Boiardi.

Ecco dunque finito, pronto per l'ascolto e il giudizio del pubblico, l'album "2033 E volgeranno lo sguardo". Il numero contenuto nel titolo rappresenta una data simbolica di grande fascino: il Giubileo straordinario della Redenzione a duemila anni dalla morte e risurrezione di Gesù Cristo. Il resto è un pezzo di una citazione della Sacra Scrittura, dal diciannovesimo capitolo del vangelo di Giovanni, dopo che Gesù è spirato sulla croce: "Chi ha visto ne dà testimonianza e la sua testimonianza è vera e egli sa che dice il vero, perché anche voi crediate. Questo infatti avvenne perché si adempisse la Scrittura: Non gli sarà spezzato alcun osso. E un altro passo della Scrittura dice ancora: Volgeranno lo sguardo a colui che hanno trafitto".

Si tratta di un "concept album" di pop cantautorale, costruito sulla Passione, Morte e Risurrezione di Gesù: l'itinerario narrativo, accompagnato anche da un progetto teatrale in fase di sviluppo, va dall'ultima sosta di Cristo a Betania prima di entrare a Gerusalemme fino alle testimonianze delle donne e dei discepoli sulle apparizioni del Risorto. Non mancano alcuni brani più "ecclesiali", come la preghiera alla Madre dell'umanità e il brano che ricorda la parusia. Nella maggior parte delle creazioni artistiche, il Mistero della Pasqua è osservato nei panni di uno degli attori che "assistono" alle ultime ore terrene del Figlio di Dio, privilegiando le lenti della fragilità e dell'inadeguatezza.

Sono tante le collaborazioni che hanno sostenuto l'opera mia e di Stefano ed impreziosito l'album, a cominciare da Sara Fornaciari, voce principale femminile, affiancata in una canzone da Benedetta Aldini.

Alberto Paderni, oltre a gestire magnificamente la parte ritmica, ha contribuito all'arrangiamento di tutti i brani suonando più di uno strumento.

Un ringraziamento doveroso e caloroso va anche a Davide Castellari, sensazionale sassofono in tre canzoni, e a Michele Tincani, il cui flauto percorre il pezzo che dà il titolo al disco. E ancora si può apprezzare l'energia della chitarra elettrica di Stefano Boggi, l'arpeggio alla chitarra classica di Giovanni Stefani, l'assolo di tromba di Matteo Pontegavelli e il pianoforte ora dolce ora deciso di Alessio Borghi.

Una menzione speciale merita il vescovo di Reggio Emilia-Guastalla monsignor Giacomo Morandi, che oltre a firmare la prefazione dell'opera completa ha prestato la sua voce nel leggere i versi introduttivi di "E volgeranno lo sguardo". Così come a don Paolo Lusvardi, presbitero reggiano, gli autori sono debitori dello spunto musicale originario della canzone che apre il disco.

Di seguito la "tracklist", con i titoli in grassetto; in corsivo i singoli che hanno anticipato l'uscita dell'album e fra le parentesi, dove presenti, un'indicazione sui "protagonisti" della canzone.

Più grande di tutto

E volgeranno lo sguardo (Gesù e la folla)

Getsemani (i discepoli nell'orto degli Ulivi)

Il re dei Giudei (i soldati)

Il campo del vasaio (Giuda Iscariota)

Che cos'è la verità? (Pilato)

Corriamo anche noi (le donne al sepolcro vuoto)

Tu conosci tutto (Pietro)

Ho voluto rimanere (Maria Maddalena)

Pane spezzato per noi (i discepoli di Emmaus)

Nostra Signora dell'Amen

La parte migliore (gli amici di Betania)

Quando ancora verrai

Nella gallery l'immagine di copertina del disco e alcune foto del "backstage" e dei concerti di presentazione avvenuti a Reggio Emilia il 26 marzo e il 16 giugno 2024.

Cliccando queste righe (o quelle iniziali dell'articolo) è possibile ascoltare tutto l'album su Spotify.

Oltre che attraverso il modulo "contatti" di questo sito, commenti e richieste si possono indirizzare all'indirizzo email evolgerannolosguardo@gmail.com. Grazie fin da ora!

bqL7iebOmFCiJFERZ7MmMqqhiKWpEG2L9Hyeh5aC.jpg
d7OBUGrP2VfLC8cSPWsWHedpyU4jEuPR4tU5fyHV.jpg
NysnhdyyAuzMJKK0jex4eZ91GhWPbiNiFk2YHfAz.jpg
9eJ34FTF4HbhA9HlAraGj4DVAwfIt65wOoxoa0Re.jpg
8HmaI86Up4g1pWAA5ESUQoAqYmsM4LyX2SUxinl7.jpg
gppNmCn3fHX3JqcyomwvRfkaHdcRJDjK0yawE8ui.jpg
JPpsO9Gw8ayGI1LPX1I7pGU4vSxcSaQBmixKf8s3.jpg
y6PIQHRQcU2NSKpupdsjUVoZlJCSow2V5tNfacmU.jpg
nFu3jGza39JdYEwuHyFQkMsNA5cRLxj1jQxyv28G.jpg
QL4iJYsmZgqJVUdTKGjj0prIzfPObaI6AfJkTMr9.jpg
QE09JkLKhXABmGBtwoAheaMpoZ4qzxN5ECx7adbQ.jpg
qnulmrRw5anZ8kX8bHsN38PPM0c6JsKFjtx96mNd.jpg
left-arrow
right-arrow